home page news

Arredamento in casa, ecco 9 errori da non fare assolutamente secondo gli esperti.

giovedì 01 febbraio 2024 - 09:37

Rinnovare una casa e aggiornarla può massimizzarne il valore al momento in cui la rimettiamo sul mercato" e

"le case sono anche più piacevoli da vivere quando sono state rimodernate".

I "colpevoli", come i soffitti a buccia d'arancia o i pavimenti in laminato, le tovagli di plastica sono facili da individuare.

Ma ce ne sono altri in giro per la casa e AD ha fatto il lavoro per voi.

Ecco 9 errori da non fare assolutamente, e a cui rimediare.

Tappeti troppo piccoli:

Più grande è meglio: "Un tappeto troppo piccolo può far sembrare la stanza più piccola e sbilanciata", dice Nancy Evars, designer d'interni

Una soluzione semplice consiste nel posizionare sul tappeto non solo il tavolino: "Gli arredi dovrebbero disporsi a ventaglio

dal tavolo centrale o dal punto di ritrovo e le gambe anteriori di ogni pezzo dovrebbero trovarsi sul tappeto"

Interni tutti grigi:

Il regno della monotonia, oltre ad invecchiare gloi ambienti

Se non siete pronti per colori audaci che vi rappresententao optate per il bianco, non delude mail

Moquette sulle scale

Spesso le scale in moquette possono sembrare logore anche se sono nuove"

Sono percepite poco igeniche e smorzano la salita

Il marmo in cucina

Vanto delle mamme anni 70'-80' la cucina in marmo ora è troppo risulata pacchiano

Non sempre facile da pulire, costoso e se pororo si macchia, meglio per optare per pietre naturali molto più pratiche e di garnde effetto come la quarzite

Esterni beige

Sono noiosi e non valorizzano l'immobile, perche scompare

Niente valorizza l'esterno di una casa come un colore vivace e moderno

Rubinetti, maniglie e lampade too much

Le maniglie in ottone spazzolato sono la punta di diamante degli armadietti in cucina, è vero: troppi accessori metallici, come le grandi maniglie di forma ovale e le lampade troppo vistose in bagno (o addirittura lampadari), fanno sembrare gli spazi datati. Mehlio maniglie e rubinetti in una nuance nera opaca per la loro estetica minimalista.

Tendaggi démodé

Certo, bisogna proteggerci da sguardi indiscreti, ma a volte i tendaggi troppo decorati o esagerati "invecchiano" una stanza.

Armadi con ante a specchio

una può andare ma stop altrimanti la stanza diventa obsoleta

Elettrodomestici tutti bianchi:

La cucina della nonna. 

Intendiamoci, una cucina bianca è moderna, ma elettrodomestici nello stesso colore fanno sembrare lo spazio vecchio

Optate èper un frigoriferto colorato ed una cappa d'impoatto

 

Hai un cane? A Bologna puoi richiedere un area riservata di sgambatura per il tuo amico a 4 zampe

mercoledì 31 gennaio 2024 - 08:59

Un buona notizia per chi ha un cane a Bologna

 

I proprietari di cani iscritti all'anagrafe canina riuniti in un comitato di gestione

possono richiesdere al proprio quartiere una area dedicata alla sgambatura dei loro cani.

Il referente-portavoce del comitato deve essere residente nel Comune di Bologna.

Documentazione richiesta:
Devi presentare la domanda firmata da tutti i promotori del comitato e allegare una planimetria dove

evidenziare la zona interessata e nello specifico l'area destinata alla sgambatura.

Quanto costa?
La richiesta e la gestione di un'area riservata ai cani non comportano alcuna spesa per il comitato che presenta la domanda.

Caratteristiche dell'area
L'area riservata ai cani deve avere:

un'ampiezza minima di 600 metri quadrati
una distanza dalle abitazioni superiore a 40 metri (in casi particolari la distanza può essere inferiore)

Se l'area richiesta è compatibile con tutti i requisiti (dimensione, distanza dalle aree abitate, destinazione d'uso, specie vegetali presenti, ecc.)

verrà attrezzata e recintata a spese dal Comune e poi data in gestione al comitato.

Ogni dettaglio su:

https://www.comune.bologna.it/servizi-informazioni/richiedere-area-riservata-cani

 

Mercato immobiliare Bologna: leggera crescita dei prezzi nel 2024

lunedì 01 gennaio 2024 - 09:12

Secondo gli eseprti del settore immobilare, il 2024 vedrà probabilmente un proseguimento del trend stabile del 2023,

con le compravendite che scenderanno secondo Nomisma,per un totale di 643 mila transazioni.

Sempre secondo l'istituto di ricerca, i prezzi saliranno lievemente di un +0,2%.

 

Dall'European Outlook 2024 di Scenari Immobiliari si rileva un certo ottimismo, dovuto alla probabile diminuzione dei tassi di interesse nel secondo semestre 2024.

L'istituto indipendente ipotizza una contrazione delle compravendite del 5,9%, con i prezzi stabili o leggera crescita.

 

Le previsioni di Nomisma pensano anche al 2025, anno in cui prevede un segnale di crescita,

con un totale di 669.000 transazioni immobiliari e un aumento dei prezzi dello 0,5% .

 

La Banca d'Italia, tramite il Bollettino economico di ottobre 2023, rende noto che nel 2025 le proiezioni della BCE vedono un netto calo dell'inflazione complessiva, stimata al 2,1%.

In questo anno dovrebbero vedersi anche gli effetti della riduzione dei tassi di interesse, prevista non prima della seconda metà del 2024, con ripercussioni positive anche sul mercato immobiliare.

 

I costruttori ripensano alle case  alla luce di una nuova umanità achietettonica con grande attenzione al tema energetico e sostenibilità

La casa è sempre  al centro della vita delle persone anche se spesso manca la qualità nell'offerta ed i costri di ritrutturazione sono lievitati
 
Il settore immobiliare è previsto in salute nel medio periodo, con compravendite in linea con l'anno precedente nel comparto residenziale, con un calo delle transazioni ma non dei prezzi. 

 

 

 

Per l'area di Bolgna buoni prospettive per il comparto residenziale  e, dopo i forti aumenti dell'ultimo periodo,

c'è una stabilità dei canoni di affitto  nelle locazioni sia in centro che in prima periferia.

 

Tema scottante per le amministrazioni comunali che devono trovare soluzioni possibili e sosteneibili per chi lavora e studia fuori sede.

Bologna ha da sempre un mercato immobiliare solido sia per l'investimnto che per le abitazione

 

Ecco le mostre da non perdere in città

lunedì 04 dicembre 2023 - 16:20

 Inizio 2024, tante mostre in splende cornici di magnifici palazzi storici.

Bologna sempre  attenta all'arte e ricca di iniziative

Ce n'è per tutti i gusti: dalla pittura del Rinascimento aquell del Novecento bolognese

per passare poi alla street art ed alla fotografia.

 

 

Giovanni Masotti 

Estasi e Turbamento

Associazione Bologna per Le Arti Palazzo D'Accursio, Piazza Maggiore 6

sino al 4 febbraio 2024

Mestro del colore e e grande pittore bolognese di fine '800

Ingresso gratuito

 

Andreas Gursky. Visual Spaces of Today

Fondazione MAST presenta la mostra Andreas Gursky. Visual Spaces of Today.

La mostra, curata da Urs Stahel insieme al tedesco Andreas Gursky, è ispirata dall'acronimo di MAST -

Manifattura di Arti, Sperimentazione e Tecnologia. Hai tempo fino al 7 Gennaio 2024

 

Bologna Fotografata. Persone, luoghi, fotografi

Come si è trasformata la città di Bologna? Chi ha fotografato i momenti più topici della sua storia? Bologna Fotografata.

Persone, luoghi, fotografi è la mostra che racconta la timeline della storia della città in una location d'eccezione,

il Sottopasso di Re Enzo, la mostra è aperta fino al 28 gennaio 2024.

 

Vivian Maier Anthology

Nelle splendide sale rinascimentali di Palazzo Pallavicini, in Via San Felice 24, ti aspetta la mostra "Vivian Maier –

Anthology" fino al 28 gennaio 2024; una straordinaria esposizione di quasi 150 fotografie originali

e Super 8mm di una delle fotografe più amate e apprezzate di questo secolo.

 

The World of Banksy. The immersive experience

A Palazzo Pallavicini, nella centralissima via San Felice, è in esposizione The World of Banksy.

Le opere tanto discusse, a volte irriverenti, che scuotono l'animo umano e regalano forti emozioni.

Fino al 28 gennaio 2024 potrai immergerti nel suo mondo per vivere un'esperienza unica.

 

Tutti i dettagli su:

https://www.bolognawelcome.com/it/blog/le-mostre-dautunno-da-non-perdere

 

 

Alla scoperta dei boschi e castagneti più belli in Emilia-Romagna
lunedì 02 ottobre 2023 - 10:33

L'autunno è il periodo in cui castagneti e boschi offrono uno spettacolo della natura più unico che raro.

In Emilia-Romagna - dove crescono tredici varietà diverse di castagne - sono tanti i luoghi dove perdersi nel silenzio della natura.

 

La Via del Castagno in Val di Taro è un'immersione in una terra senza tempo, dove borghi e case medievali sono circondati da boschi di castagni.

 

Nel Reggiano sono i boschi di Matilde di Canossa ad attirare visitatori in questo periodo dell'anno: luoghi d'incanto sono Carpineti, col suo castello e Toano con il castagno monumentale.

 

Il Parco dell'Antico Frignano, conserva alcuni fra i castagneti più antichi della zona, a Castelluccio di Montese e a Fellicarolo.

Qui tutti i borghi sono circondati da castagneti: Zocca, Montese, Fanano, Pavullo Frassinoro, Montecreto, Montefiorino, Polinago, Prignano, Guiglia, Serramazzoni, Palagano, Granaglione, Monte Pastore, Vergato, Castel d'Aiano.

 

A Castel del Rio, fra Romagna e Toscana, nasce un marrone unico nel suo genere: più grande, più morbido, più pregiato perché cresce in piccole quantità sui pendii boscosi che guardano il paese.

 

Anche la Valconca e la Valmarecchia, nel Riminese, regalano colori e sapori autunnali e possibilità di trekking fra i castagni.

 

 

 

Bologna vuole "l'impatto Zero".
mercoledì 02 agosto 2023 - 11:01

 

Anche Bologna vuole essere tra le 100 città europee selezionate dalla Commissione Europea nella trasformazion

e verso la neutralità climatica entro il 2030 facendo di

esse poli di sperimentazione e innovazione che servano di riferimento per tutte le altre.

 

un "Climate City Contract" per formalizzare gli impegni e gli investimenti necessari a raggiungere la neutralità. 

Questi alcuni dei progetti chiave che la città metterà in campo per raggiungere la neutralità:

1. Mobilità e trasporti: decarbonizzazione del Trasporto Pubblico Locale (rete tram, filobus, SFM...), completamento Biciplan e incentivi per la mobilità attiva, realizzazione "Area Verde"

2. Efficientamento energetico: riqualificazione energetica dell'edilizia residenziale pubblica, sviluppo di distretti a energia positiva, riqualificazione energetica degli edifici universitari e distretti a energia positiva.

3. Illuminazione pubblica: completamento trasformazione illuminazione a LED, fornitura di energia a zero emissioni per illuminazione pubblica, smart city - illuminazione adattiva.
4. Rifiuti: costruzione dell'impianto "Power to Gas" presso il depuratore Hera di Bologna, interconnessione di due sistemi energetici che alimenteranno Fiera e Università, installazione di
un elettrolizzatore per la produzione di idrogeno "verde".
5. Produzione di energie rinnovabili: sostituzione delle forniture di origine fossile con forniture da fonti rinnovabili, promozione di comunità energetiche, comunità energetiche nell'edilizia residenziale pubblica (ERP).
6. Progetti trasversali "bandiera": Impronta verde, Gemello digitale con Big Dta Hub del Tecnopolo, Città della conoscenza.

 

 

Allora e sempre Forza Bologna!

Case: una buona Agenzia vende gli immobili nella metà del tempo di un privato
mercoledì 26 luglio 2023 - 15:57

La realtà è chiara: In Italia le agenzie immobiliari concludono la vendita di un immobile nella metà del tempo che impiega un privato.

A fronte di una media nazionale di 6,4 mesi per completare una compravendita, le tempistiche si abbassano a 5,8 mesi quando ad

occuparsene è un'agenzia, contro i 12,2 mesi necessari tra privati.

Allo stesso modo, la differenza tra il prezzo richiesto sull'annuncio e quello della transazione che è mediamente dell'8,6%,

si riduce all'8% nelle compravendite gestite da agenzie, mentre sale al 10,5% nelle trattative tra privati.

 

Ad oggi, il mercato immobiliare residenziale conta quasi un milione di immobili in vendita.

L'85,9% di queste operazioni è gestito da agenzie immobiliari, il 14,1% da privati.
Bologna è la città che si affida di più alle agenzie (l'89,4% degli immobili),

Messina quella dove sono più frequenti le trattative gestite da privati (25,2 per cento).

Dal report emerge che in Italia solo una piccola parte delle compravendite immobiliari è gestita da privati e che la grande maggioranza di immobili è affidata alle agenzie immobiliari

 

Le trattative condotte dalle agenzie si concludono generalmente più velocemente e con un prezzo più vicino a quello di partenza.

I privati  tendono a sovrapprezzare gli immobili, gli agenti immobiliari dispongono di maggiore esperienza nel settore e di strumenti tecnologici

che consentono di effettuare valutazioni più oggettive e in linea con il reale valore di mercato dell'immobile.

 

Hai il pollice verde? Prendi il tuo orto a Bologna
giovedì 30 marzo 2023 - 13:04

A Bologna l'esperienza degli orti nasce negli anni 80 con l'obiettivo di promuovere l'impiego del tempo libero

in attività che favorissero l'incontro e la vita sociale valorizzando l'iniziativa e l'auto-organizzazione delle persone, in particolare degli anziani.

 

In città vi sono già oltre 2.700 appezzamenti in gestione gratuita

 

L'orto è un area verde di proprietà del Comune che vie assegnata in comodato d'uso

 

Chi può fare domanda?

Per presentare domanda per l'assegnazione di un orto comunale devi essere:

maggiorenne
residente nel Comune di Bologna
in grado di provvedere direttamente alla coltivazione
Inoltre non devi godere (né a titolo gratuito né a titolo oneroso) di un altro terreno coltivabile pubblico o privato,

né devi svolgere attività di coltivazione su fondi appartenenti, a qualsiasi titolo, a familiari o a terzi.

 

In nessun caso potrà essere assegnato più di un orto per nucleo familiare .

Tutte le informaziosni su:

 

https://www.comune.bologna.it/servizi-informazioni/richiedere-orto-comunale

 

 

 

Le migliori gelaterie di Bologna
martedì 28 marzo 2023 - 16:38

 Laboratori che ricordano le antiche botteghe artigiane,

fucine del gusto dove maestri artigiani fanno rivivere gusti di un tempo e frutta rara,

ma non temono le sperimentazioni più ardite:

a Bologna ci sono diverse gelaterie, ma sono soltanto tre quelle che conquistano

il massimo riconoscimento nella guida  Gelaterie d'Italia 2022 del Gambero Rosso. 

 

 Non ci resta di provare...e riprovare..

 

             EMILIA ROMAGNA
Cremeria Santo Stefano –Via S.Stefano  Bologna
Cremeria Scirocco –Via Barelli 1 Bologna
Stefino –Via San Vitale  Bologna

Abitare Bologna acquisisce 2 interi stabili in Città.
giovedì 02 febbraio 2023 - 18:48

  

Nuova importate acquisiszione per Abitare Bologna

 

A pochi passi dal Tecnopolo e dal quartiere fieristico, in zona di grande espansione due interi stabili,

di cui uno in proprietà diretta ed uno in gestione.

 

Saranno disponibili al pubblico dopo una totale riqualificazione edilizia ed energetica:

riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento.
miglioramento termico dell'edificio (coibentazioni - pavimenti - finestre, comprensive di infissi)
installazione di pannelli solari.
sostituzione degli impianti di climatizzazione estiva e invernale

Abbattimento barriere architettoniche 

 

Immobili disponibili fine 2023

 1  2  3  4 
wholesale knock off alexander mcqueen on sale.swiss made fake nomos tetra watches online.